Lüf IPA stile Indian Pale Ale

L’estate è entrata nella sua fase più torrida. Nella nostra amata Bergamo il clima è caldo e umido, e in casa non si respira!

Per allietare il weekend, abbiamo pensato di trascorrere una giornata al monte Poieto, in Val Serina.

Perché proprio lui? Semplice! Il monte Poieto ha tante caratteristiche che lo rendono unico. Inoltre è facilmente raggiungibile dalla pianura. Si trova nel comune di Aviatico, al confine con Selvino, rinomata località turistica delle Prealpi bergamasche.

La cima è raggiungibile tramite un breve sentiero (ca. 45 minuti) a tratti impegnativo, o da una comoda bidonvia, che in 15 minuti collega Aviatico con il rifugio posto sul cucuzzolo.

Rifugio Monte Poieto

Il monte Poieto ha una vetta ampia, caratterizzata da un vasto giardino, dove prendere il sole, fare un picnic, giocare a pallone, insomma respirare aria buona di montagna.

Il tutto condito da un ottimo ristorante, dove è possibile assaggiare piatti tipici della cucina bergamasca, tra cui i casoncelli e la polenta taragna, a un prezzo conveniente.

Pancia piena chiama riposo e, dopo un pomeriggio passato a oziare, abbiamo deciso di fare aperitivo con una birra artigianale, comprata apposta per l’occasione prima della partenza: la birra Lüf IPA. Si tratta di una birra ad alta fermentazione, prodotta nel birrificio Lüf di Seriate (BG).

Luf IPA, birrificio Luf Seriate (BG)

Il luppolo la fa da padrone, con aromi agrumati e resinosi. Il gusto amaro è bilanciato dal sapore dolce del malto e dalla bassa gradazione alcolica, che rende la birra perfetta per lunghe bevute. La schiuma si presenta compatta e persistente. Consigliata per le afose giornate estive, in compagnia di salumi e formaggi saporiti.

La Lüf IPA birra è una India Pale Ale, stile nato nella metà del diciottesimo secolo grazie agli inglesi, che volevano trasportare la loro bevanda nelle colonie indiane.

Per motivi di tassazione, in quell’epoca conveniva esportare la birra piuttosto che produrla in loco. Il viaggio tra Inghilterra e India in nave durava circa 6 mesi, per questo motivo la birra arrivava a destinazione in cattive condizioni.

Questo inconveniente tecnico era un ostacolo da superare, per poter conquistare il crescente mercato indiano. Fu così che, per ovviare al problema, il birrificio inglese Bow Brewery aumentò drasticamente il quantitativo di luppolo presente nella birra e il grado alcolico. Il luppolo infatti è un conservante naturale, grazie alle spiccate proprietà antibatteriche.

Nacque così il sempre più apprezzato stile IPA, inconfondibile per le note amarognole e floreali date proprio dalla presenza del luppolo in grandi quantità!

Seguici su Instagram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: